Mascherine al chiuso, dove resta l’obbligo dopo il 1° maggio

By | April 19, 2022

Siamo pronti a togliere le mascherine a partire dal 1° maggio? E’ attorno a questo interrogativo che sta ragionando il Governo in questi giorni. Dal 1° maggio infatti, come previsto nell’ultimo decreto Covid, scatterebbe lo stop all’obbligo di mascherine anche al chiuso: e dunque, via le mascherine nei supermercati, nei centri commerciali, nei negozi e così via, con l’eccezione sicuramente delle scuole, dove studenti e docenti dovrebbero continuare a portarle fino a fine anno.

Tuttavia, a causa della risalita dei contagi e dell’arrivo di nuove varianti ancora poco conosciute, come Xe, nonché della situazione in Cina, dove è in corso il più grande e duro lockdown di sempre, l’atteggiamento di Palazzo Chigi è cauto (qui il calendario di fine restrizioni con tutte le date da segnarsi).

Cosa cambia dal 1° maggio per le mascherine al chiuso

Sulle mascherine al chiuso “in settimana sicuramente ci si incontrerà e verrà presa una decisione” ha anticipato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, confermando proprio un possibile ulteriore ripensamento delle misure anti-Covid. “Credo che la direzione sia quella che si passi a una raccomandazione, perché sono convinto che in questi due anni gli italiani abbiano preso una consapevolezza diversa, come per le mascherine all’aperto, e vedo cittadini che le indossano ancora”. Al posto di una nuova proroga dell’obbligo, quindi, l’Esecutivo potrebbe optare per una “raccomandazione”.

See also  `검수완박` 검찰청법 필리버스터, 자정 넘어 자동 종료

Diverso invece il capitolo trasporti. Per Costa “una riflessione che invece si può fare è mantenere ancora l’uso della mascherina per i mezzi di trasporto. Questa è la posizione che sostengo io e mi auguro che si possa arrivare a questa sintesi”. Molto probabile, quindi, che per prendere mezzi pubblici, bus, tram, metro, treni e aerei si continui ad indossarle obbligatoriamente.

Oltre ai trasporti, il Governo sta ragionando sulla possibilità di mantenere le mascherine obbligatorie anche nei cinema. Per mezzi e cinema però si potrebbe passare dalla mascherina FFP2 alla chirurgica.

Dovrebbe quasi sicuramente proseguire anche l’obbligo, almeno fino a giugno, di mascherine chirurgiche anche negli uffici e in generale in tutti i luoghi di lavoro.

Estate con o senza restrizioni?

E per questa terza estate Covid cosa succederà? “Dobbiamo lanciare dei messaggi di speranza ai cittadini. E io credo che ci sono le condizioni per un’estate senza restrizioni” prova a spiegare Costa mostrando ottimismo.

“Questo sicuramente è un obiettivo raggiungibile”, guardando anche al miglioramento dei dati sul Covid grave soprattutto. “Dopo due anni di regole e restrizioni, soprattutto dopo che gli italiani si sono vaccinati, e hanno rispettato tutte le indicazioni del governo, è giusto dare in questo momento messaggi positivi ed è giusto dire che ci sono le condizioni per un’estate senza nessun tipo di restrizioni”.

Ma tutto naturalmente dipenderà dall’andamento dei contagi di giugno/luglio e da come si evolveranno le nuove varianti, oltre a Omicron 2 ormai prevalente anche in Italia, che porta con sé un altissimo tasso di infezione.

Quanto costano le mascherine FFP2 e dove comprarle

Ricordiamo che in alcuni contesti vige ancora l’obbligo di mascherine FFP22, che si possono trovare in farmacia, nei supermercati, in alcune tabaccherie e online su vari siti e-commerce (qui le mascherine irregolari e come riconoscere quelle pericolose per la salute).

See also  【フローラステークス2022結果情報】エリカヴィータが前走から巻き返し重賞初勝利! | 競馬まとめ - netkeiba.com

Su Amazon ad esempio il modello più venduto è mascherine FFP2 IDOIT 20/30PCS CE 2834 5 Strati BFE ≥99% (sigillate singolarmente). Le trovate in 6 colori diversi.

Tra le più economiche si trovano anche le mascherine MEDMASK 100% Made in Italy. Sono mascherine Ffp2 Senza Valvola certificate CE con capacità filtrante BFE ≥99%.

Per quel che riguarda invece i più piccoli, tra i modelli più venduti e affidabili su Amazon ci sono le YIDA Mascherine Ffp2 taglia piccola Monouso 5 Strati certificate CE.